sgravio22.09.2017 – Sono soprattutto gli incentivi all’assunzione di giovani tra i 18 e i 29 anni a tenere banco in questa fine estate.

Se pur già attivi dal 1 gennaio proseguiranno infatti fino al 31 dicembre di quest’anno.

Sono riservati ai datori di lavoro che assumono senza esservi tenuti e verranno erogati sotto forma di sgravio contributivo. Tre i contratti che permettono di accedere ai contributi: a tempo indeterminato anche a scopo di somministrazione (incentivo fino a 8.060 Euro), di apprendistato professionale (anche stagionale se previsto dal Contratto nazionale) con durata pari o superiore ai 12 mesi (anche in questo caso l’incentivo può arrivare fino a 8.060 Euro), a tempo determinato anche a scopo di somministrazione con durata pari o superiore ai sei mesi (incentivo dimezzato, quindi fino a un massimo di 4.030 Euro).

A questi si può aggiungere l’assunzione, se fatta utilizzando il contratto di lavoro subordinato, di un socio lavoratore di cooperativa. Nessun vantaggio invece se si applica un contratto di apprendistato per qualifica, un contratto di apprendistato per l’Alta formazione e la Ricerca oppure per i contratti di lavoro domestico, accessorio e intermittente. Per accedere ai contributi i datori di lavoro dovranno inoltrare all’INPS, per via telematica, un’istanza preliminare di ammissione, indicando i dati relativi all’assunzione.

Verificata la disponibilità delle risorse, l’INPS comunicherà all’azienda interessata la disponibilità del contributo.

Da quel momento l’azienda deve, entro i successivi 7 giorni, procedere,all’assunzione del lavoratore ed entro 10 giorni comunicare l’avvenuta assunzione all’Inps. Tutto questo è possibile soltanto se il lavoratore è iscritto alla banca dati di Garanzia Giovani e se è stato “profilato” cioè è stata aperta un’offerta di lavoro a cui è stato abbinato il candidato. Una procedura che può essere facilitata gratuitamente da PROSPETTIVA LAVORO.

Grazie alle autorizzazioni come Agenzia per il lavoro può verificare se il lavoratore possiede i requisiti, ed eventualmente attivare l’iscrizione del giovane nella banca dati di Garanzia giovani, e la profilazione, se infatti il lavoratore non è profilato (operazione che può essere compiuta soltanto da una agenzia per il lavoro autorizzata) non si può richiedere l’incentivo.

A completare l’offerta la possibilità, nel caso in cui l’azienda non avesse individuato ancora la persona da assumere, di attivare gratuitamente un servizio di ricerca e selezione del personale.

Link Circolare INPS  N. 40/2017 

Link Messaggio INPS n. 1.171/2017

15.09.2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *