sconto5024-10.2017 – Trecento milioni per il 2018, 800 per il 2019 e 1 miliardo e 200 milioni nel 2020. Sono questi gli investimenti previsti dal Governo per l’abbattimento del cuneo fiscale per le nuove assunzioni con i contratti a tutele crescenti. Lo riporta il disegno di legge del bilancio di previsione per il 2018 e al bilancio pluriennale per il triennio 2018/2020.

A partire dal 1° gennaio del prossimo anno i datori di lavoro che assumeranno giovani con contratti a tempo indeterminato potranno contare su di uno sconto triennale del 50% sui contributi previdenziali. Sono comprese anche le assunzioni formalizzate a novembre e dicembre di quest’anno, ma lo sgravio parte comunque da gennaio.

Lo sconto contributivo vale anche nel caso si trasformi un contratto di apprendistato in uno a tempo indeterminato e se si assume, entro i sei mesi dal conseguimento del diploma, uno studente che abbia svolto un percorso di alternanza scuola lavoro o di apprendistato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *